martedì 15 maggio 2018

Luna Nuova in Toro: Impara a Radicarti e Semina





Temporali improvvisi, sbalzi di temperatura e sole che quando c'è scalda tantissimo. Ok, abbiamo capito che siamo proprio in primavera.

Oggi c'è la Luna Nuova in Toro e Urano, il portatore del cambiamento, delle rivoluzioni interiori, della fedeltà a se stessi, entra nel segno del Toro.
Preparati all'abbondanza perché il Toro è generoso, è Madre Terra che restituisce quello che coltivi. Onora il corpo e preparati a radicarti.

Tutto questo si combina con la stagione del Legno, che è molto potente e con la tua ciclicità femminile.


Ricapitoliamo: abbiamo la Luna Nuova, che da domani torna nella fase crescente, più la stagione del Legno, anch'esso dominato dalla crescita, più la fase del tuo ciclo mensile, che attraversa quattro fasi.



Cose da fare oggi:

  • mantieni una forte connessione con la Terra con delle passeggiate nel verde che ti aiuteranno a riequilibrare la tua energia scaricando quella in eccesso; ricorda che a ogni passo baci la Terra
  • onora la materia, onora il tuo corpo, ringrazialo per tutto quello che ti permette di godere attraverso i sensi
  • al mattino pulisci la lingua con lo spazzolino e bevi succo di limone diluito nell'acqua
  • riduci il consumo di caffè e sostituiscilo con il tè verde
  • coltiva il silenzio
  • accendi un incenso
  • non prendere nulla sul personale
  • ascolta quello che emerge
  • accogli senza giudizio
  • ringrazia per quello che hai, per tutto quello che hai già ricevuto
  • se hai bisogno di indicazioni su quale ambito della tua vita necessita di pulizia in questo momento, estrai una carta, meglio se un Arcano Minore e vieni a condividerlo nel gruppo
  • scrivi i pensieri su foglietti di carta
  • un pensiero per ogni foglietto
  • continua così per tutta la giornata
  • accendi una candela bianca e brucia tutti i foglietti, butta la cenere in un prato o nell'organico
  • fai un bagno e aggiungi poche gocce di olio essenziale di lavanda. Vanno bene anche timo, menta, rosmarino e salvia. Fai uno scrub con il miele grezzo o lo zucchero mescolato con la crema ed elimina la pelle morta
  • preparati a rinascere




Cose da fare da domani:

  • olio essenziale di agrumi, meglio se di limone o di pompelmo: mettilo nel diffusore o lasciane cadere una goccia nel fazzoletto così puoi averlo sempre con te; io lo uso anche con i fazzoletti di carta
  • mangia frutta e verdura di questo periodo: insalata fresca, fragole, nespole, tra poco arrivano le albicocche e poi le pesche; onora i frutti di Madre Terra, senti come sono profumati e succosi
  • porta consapevolezza a ogni pasto, non mangiare di fretta e senti come il cibo ti nutre
  • continua il radicamento con le camminate consapevoli nella natura
  • continua a onorare il tuo corpo con massaggi che puoi farti tu stessa, insieme a generosi dosi di crema o olio naturali. Io uso molto quello di Argan
  • nulla ti appartiene per sempre, ma puoi godere a pieno di tutto ciò che hai in prestito in questa vita
  • focalizzati su quello che vuoi fare crescere fino alla prossima luna piena
  • se hai bisogno di indicazioni su quale ambito della tua vita vuoi coltivare e fare crescere, estrai una carta, meglio se un Arcano Minore e vieni a condividerlo nel gruppo
  • scrivi i nuovi pensieri, sempre su foglietti di carta
  • a fine giornata, rileggi i foglietti e scegli quali tenere e quali lasciar andare; quelli che hai deciso di conservare, trascrivili su su un quadernetto
  • continua così per una settimana, che è quella del primo quarto crescente di Luna
  • questi sono i semi che stai piantando



Come ti avevo anticipato oggi esce il Corso online sugli Arcani Minori.

E' un corso totalmente a dispense che puoi fare quando ti è più comodo, ti basta una connessione internet per ricevere le lezioni via email.
C'è anche un BONUS: per tutta la durata del corso ti seguo via email e potrai farmi tutte le domande che vorrai relative al corso.


E' il momento di aumentare la connessione quotidiana con il tuo intuito e gli Arcani Minori sono perfetti per questo. Sulla pagina del mio sito Arcani Minori Easy dove trovi tutti i dettagli! (clicca qui)


Mentre sul mio canale trovi un video perfetto per accostarti allo studio degli Arcani Minori. Se non l'hai ancora visto, lo trovi qui Come Imparare gli Arcani Minori



Grazie di essere qui, senza di te questo Universo non esisterebbe.

Bianca 🙏🏻



p.s. Hai visto la foto nuova? Fa parte del servizio fotografico che mi hanno fatto le ragazze delle Officine Biancospino e che solo da oggi inizio a usare.

Pulizia, nuovi semi e rinascita.

Le stesse cose che stai facendo anche tu, vero?


p.s. A fine mese riprendo le consulenze, che rinascono sotto una nuova forma. Te ne parlo nella prossima newsletter!

mercoledì 18 aprile 2018

Tarocchi e Denaro: Quali Carte per la Situazione Economica?

Domande e Risposte sui Tarocchi!

"Come pormi delle domande in maniera corretta per la situazione economica e quali lame sono più indicative nelle risposte?
Esempio: Imperatrice, Cavaliere di Coppe e Sei di Denari sono significative per sapere se vi sarà una possibilità di entrata di soldi?"





Porsi la domanda in modo corretto dipende da cosa si vuole sapere.
Se vuoi conoscere la tua situazione economica puoi fare proprio questa domanda, ossia chiedere alle carte di mostrarti qual è la tua situazione economica.

Puoi estrarre una carta che esprime la tua posizione, il tuo atteggiamento nei confronti del denaro, perché il nostro atteggiamento influisce tantissimo nella nostra relazione con i soldi.
Quindi la carta rappresenterà Come mi rapporto rispetto al denaro e poi tre carte sotto che esprimono Come appare la situazione economica, come sta evolvendo.

Quali carte sono più significative? Quelle di Denari perché più connesse con l'elemento Terra che, oltre al denaro, include anche il lavoro, l'abitazione e il cibo. L'elemento Terra li racchiude tutti.

La risposta è influenzata anche dal numero della carta, che esprime il suo grado.
Un Asso di Denari, essendo di grado 1, è una carta che parla di un nuovo contratto, una cosa nuova relativamente all'ambito Terra che si sta affacciando nella tua vita, una nuova iniziativa economica.


Imperatrice, Cavaliere di Coppe e Sei di Denari è una stesura indicativa perché è presente una carta di Denari che è il seme più specifico e quindi gli Arcani stanno dando un'indicazione proprio in questa direzione. E' possibile che questa Imperatrice sia tu che debba padroneggiare la situazione.

Abbiamo presente l'Imperatrice: è seduta sul suo trono, è la somma delle quattro Regine, quindi non è solo la Regina di Denari, ma è colei che riesce a gestire tutti e quattro gli ambiti, quello delle emozioni, l'energia del Fuoco, quella dell'Aria, oltre a Denari, ovviamente, e li racchiude tutti.

Poi c'è Il Cavaliere di Coppe, una carta che esprime movimento, connessa alla parte emozionale, quindi è un muoversi legato a un sentire profondo che porta verso il Sei di Denari, una carta che parla di equilibrio a livello di entrate.
Il Sei è la carta della quotidianità: quello che ci arriva è quello che ci serve, quello che ci appaga, magari non ci sono extra, ma tutto quello di cui abbiamo bisogno ci arriva.

Direi che questa stesa indica la necessità di avere padronanza della situazione, prendere in mano la situazione e avanzare, non in maniera combattiva come farebbe un Cavaliere di Spade, agguerrito e deciso, ma guidata dal cuore, da un sentire profondo, dalle emozioni, un agire per andare nella direzione della completezza, dell'avere ciò che serve.

In questa Imperatrice vedo anche un non indietreggiare, non tentennare, non aver timore di "non essere in grado di". L'Imperatrice è perfettamente in grado di gestire tutto, gestisce un impero!

Deve averne consapevolezza, deve averne coraggio, deve muoversi senza farsi guidare dalla rabbia, ma dal suo sentire, per andare verso qualcosa che le fa bene, che la fa stare bene, qualcosa che anche nello spostamento, nel cammino, la nutre perché Coppe è un seme che rimanda anche ad accogliere il nutrimento.

Agendo in quel modo ci sarà il soddisfacimento delle nostre esigenze. Magari non si metterà da parte, con il Sei di Denari non si accumula, ma le nostre esigenze sono soddisfatte.

Se hai delle domande da fare, delle curiosità, se ci sono delle cose che vorresti sapere sui Tarocchi, lascia il tuo commento e risponderò nei prossimi video.

Se invece vuoi iniziare studiare i Tarocchi o migliorare la tua conoscenza degli Arcani, questo è il corso che fa per te.

giovedì 12 aprile 2018

Tarocchi: Prevedere il Futuro o Conoscere Se Stessi?

Abbiamo fondamentalmente due approcci per usare i Tarocchi: il metodo predittivo per fare le previsioni e immaginare cosa accadrà e il metodo potenziativo, un metodo esplorativo più di impronta psicologica.

Come usare i Tarocchi è una cosa che dipende da te, non solo per l'uso che ne vuoi fare, ma anche per le doti e le capacità che ti si sviluppano.





Leggere i Tarocchi è una cosa fantastica e meravigliosa ed è un dono che sviluppi attraverso la conoscenza degli Arcani.

E' una sorta di tesoro seppellito dentro di te attraverso questi personaggi che sono degli Archetipi, dei modelli di comportamento che sono dentro di noi, e quindi accedendo a questo tesoro impari tante cose di te.

Prima di tutto è un viaggio alla scoperta di te stessa, alla scoperta dei tuoi doni e delle tue capacità, delle tue possibilità.
Ogni personaggio è un modello di comportamento, è un tuo dono, una possibilità di comportarti in un certo modo e di agire o di cose che avvengono dentro di te.

Quello che accadrà durante questo viaggio in cui studi gli Arcani è qualcosa che non si può prevedere prima, quindi può anche darsi che tu ti senta chiamata in una direzione, perché senti che risuonano meglio in te in un certo modo oppure ti senti chiamata in un'altra direzione, senti che hai un determinato dono.

E allora andrà benissimo per te usarli nel modo in cui senti che è giusto.

Nessuno da fuori ti può dire "Vai bene per questa cosa qua" o "E' giusto che li usi in questo modo".
Le risposte sono dentro di noi, solo che se non facciamo un percorso di esplorazione di questi doni non possiamo sapere.

Puoi incontrare delle persone che ti accompagnano, che ti indicano la strada attraverso un corso, ad esempio, e poi, poco alla volta, attraverso questo per/corso imparerai delle cose non solo degli Arcani ma anche di te stessa e imparerai come risuonano in te, cosa risvegliano in te queste carte.

Per cui, può essere che ad un certo punto tu dica "Sento che è più giusto per me usarle in modo potenziativo e che quindi mi diano delle indicazioni su come comportarmi in una data situazione, mi aiutino a fare chiarezza e mi indichino come affrontarla al meglio".

Ad esempio posso chiedere: "Come devo comportarmi domani al lavoro? Qual è l'atteggiamento giusto per affrontare quella persona o quella situazione?".
Se mi viene il Carro so che devo andare decisa verso il mio obbiettivo convinta, non devo lasciarmi ostacolare, oppure esce la carta del Papa, devo essere mediatrice, devo comunicare, parlare, ascoltare, cercare di capire, trovare un accordo.

Quindi le carte possono essere usate per chiedere indicazioni e suggerimenti, ovvero in maniera potenziativa: qual è il modo più giusto per comportarmi, per affrontare una data situazione.

Oppure scopri che hai un dono, scopri che ti indicano come si svolgerà una data situazione, ti mostrano la situazione e riflettono quello che succederà.

Questa è una cosa che scoprirai durante il tuo percorso, durante la tua crescita, durante questo viaggio affascinante in cui comincerai il dialogo con gli Arcani, loro ti risponderanno e risveglieranno il tuo specifico dono interiore.

Buon viaggio, inizia a studiare, entra in contatto con loro, frequentali il più possibile, dev'esserci un corteggiamento reciproco, interrogali, impara a comprendere il loro linguaggio, le loro risposte, quello che hanno da dire a te.

Vuoi saperne di più?
Inizia subito con Tarocchi - Il Linguaggio Segreto degli Arcani, il mio corso online che ti permette di studiare comodamente i Tarocchi con i tuoi tempi, dove e quando vuoi.
Scopri di più, clicca qui

venerdì 6 aprile 2018

Perché dovresti Meditare e 3 Consigli per iniziare al meglio

La meditazione è secondo me molto importante, tant'è che l'ho messa all'inizio di Powerful Life, il programma di empowerment al femminile, pensato per scoprire i propri doni, le propre risorse e riprendere in mano la propria vita.





Perché meditare?
Non si fa meditazione per diventare più intelligente, per diventare trascendente, per accedere a chissà quali livelli, non è una cosa esoterica o misteriosa, ma è una cosa molto pratica che ti serve a stare nel "Qui e Ora".

Non devi accedere a Mondi oltre, cosa che si fa con lo Sciamanesimo per imparare a incontrare i tuoi Spiriti Guida, altro argomento di cui parlo in Powerful Life.
Tra l'altro in Powerful Life parlo solo di cose che ho fatto, che ho sperimentato, che ho vissuto e che ho visto che mi hanno rinforzata, mi hanno dato potere.

Empowerment significa riprendersi il potere, che non è comandare, dirigere, soffocare, opprimere ma significa restituirsi la libertà e il coraggio di vivere la vita che si desidera.

E questo lo possiamo fare quando quando sappiamo cosa vogliamo, quando conosciamo il nostro valore, quando abbiamo gli strumenti per affrontare la vita e uno di questi strumenti è sicuramente la meditazione.

La meditazione ti serve a stare nel "qui e ora", a non avere la mente che saltella da un pensiero all'altro con quell'effetto scimmia, facendoti perdere il momento presente che è l'unico vero, l'unico che esiste realmente e non è nella tua testa.

Se ti perdi il momento presente la vita ti scivola via senza che nemmeno te ne accorgi.
Sei lì che prendi il tè con un'amica, lei ti parla e tu pensi che devi andare a prendere i bambini a scuola, che devi finire un lavoro, che hai fatto la lavatrice e... chissà se ha già finito e devo andare a stendere...?
E l'amica? Ma quante volte vedi la tua amica? Mica in continuazione!
Soprattutto noi donne, ritagliarci dei momenti per noi lo facciamo sempre con grande fatica e combattiamo con i sensi di colpa e quindi quella volta che sei con la tua amica, stai con lei! Goditelo 'sto momento! Perché altrimenti te lo sei perso, per cosa? Per pensare alla lavatrice e alle cose da stendere? Non ne vale la pena.

Quindi la bellezza della meditazione sta proprio in questo: nel calmare la mente, nel comprendere quando ti sta portando via e riportarti lì.
La meditazione non serve a smettere di pensare, non possiamo smettere perché pensare è l'attività della mente, però possiamo acquisire consapevolezza, dire: "Sono qui davanti a Marina e voglio godermi questo momento con lei".

Quando non sei abituata a meditare non te ne rendi conto, cominci a pensare a: lavatrice-spesa-bambini-cosa preparo per cena, e non riporti l'attenzione alla tua amica, a quello che stai facendo in quel momento.

La meditazione serve a riprenderti la tua vita.
Altrimenti arrivi a sera e ti chiedi: "Cosa ho fatto?"
Hai corso da una parte all'altra e non ti sei goduta nulla, che potrebbe essere anche semplicemente una passeggiata al parco.
Ma se mentre fai la passeggiata nel parco pensi a tutt'altro, la bellezza del cielo, la bellezza dei fiori, delle piante, degli alberi, di vedere i bambini giocare non la cogli, non te ne accorgi nemmeno.

La meditazione invece ti serve a portare attenzione, consapevolezza, a portare presenza mentale e fisica a quello che stai facendo.

Tanti dicono "non ho tempo". E' una scusa perché la meditazione il tempo te lo restituisce.
Non dirmi che non hai 10 minuti al giorno perché di tempo ne perdi tantissimo e soprattutto ti perdi la tua vita.
Quindi trova quei 10 minuti iniziali che sono preziosissimi perché poi vedrai che la meditazione andrà oltre quei 10 minuti e diventerà una pratica che avvolge e coinvolge tutta la tua vita, diventerà un tuo modo di essere, una tua capacità che porterai in ogni momento.
La tua vita si espanderà perché ogni cosa che farai sarà con consapevolezza, con presenza mentale.

3 consigli per cominciare a meditare al meglio:

  • ritagliati dei tempi brevi, bastano 10 minuti
  • sii costante e pratica
  • evita la sera prima di andare a dormire; scegli la mattina prima di iniziare la giornata, nella pausa pranzo o quando rientri dal lavoro.

Dubbi? Domande? Curiosità? Scrivi tutto nei commenti!

venerdì 30 marzo 2018

Come usare i Tarocchi senza rinunciare alla Religione

In questo video riprendo a rispondere alle vostre domande.

Manuela chiede: "Sono molto credente e mi hanno sempre detto che Dio e Arcani sono agli antipodi, io ho i Tarocchi di Marsiglia e il libro di Jodorowsky ma ho sempre la sensazione di andare contro tutto ciò in cui credo. Con le carte degli Angeli di Doreen Virtue non mi accade, ma adoro gli Arcani. 
Che cosa puoi dirmi?"





Cara Manuela, tu sei molto credente e questa è una cosa molto bella se è qualcosa che ti supporta, che ti dà forza, che ti fa stare bene.

Tutto quello che ci hanno detto, la nostra educazione che ci è arrivata dalla famiglia in primo luogo, dalla scuola e dalla società, è una forma di condizionamento, sono cose che gli altri ci dicono ma che non sempre corrispondono al nostro sentire, quindi arriva un certo punto della nostra vita in cui dobbiamo decidere che cosa tenere e cosa lasciare andare.


Questa operazione è rappresentata dalla carta dell'Arcano XIII in cui sono rappresentate delle teste coronate sul terreno, ai piedi dello scheletro vivissimo.
Quelle teste sono, secondo Jodorowsky, le opinioni e le idee dei nostri genitori che fino ad allora ci eravamo limitati a ripetere perché ci erano state trasmesse e credevamo fossero giuste e che decidiamo di tagliare perché riconosciamo che non ci appartengono, non erano veramente nostre.

Dobbiamo decidere cosa abbandonare di quello che ci è stato trasmesso ma anche inculcato.
Quando cresciamo dobbiamo avere la responsabilità di scegliere cosa fare della nostra vita, cosa tenere dei concetti che ci sono stati trasmessi e quali lasciare andare perché non li riconosciamo più, non appartengono più al nostro sentire, a quello che siamo diventate, a quello verso cui siamo chiamate, a quello che dobbiamo manifestare.

Questa incompatibilità ti è stata detta da qualcun altro, qualcuno che non vede di buon occhio gli Arcani, qualche intermediario, un portavoce, ma credo che Dio non abbia proprio nulla contro gli Arcani e  credo che tu preferisca ascoltare la tua di voce e preferisca scegliere che rapporto avere con Dio.

Accogli serenamente gli insegnamenti degli Arcani, non c'è motivo per cui il Divino debba essere contrario al fatto che usi uno strumento che è una guida per la tua anima.


Il mio è un approccio più di tipo psicologico, non sono una cartomante né un'indovina, uso le carte come uno strumento che chiarisce i segnali della mia anima.
E quindi quando faccio una domanda e vedo una carta ascolto dentro di me come sto rispondendo nella parte più profonda e quella carta mi dice come muovermi e credo che in questo non ci sia proprio nulla di male, nulla di blasfermo, anche se in passato sono state considerate tali perché ci sono altre persone che ti vogliono dire cosa fare della tua vita ma io penso che tu sia abbastanza grande per decidere autonomamente e indipendentemente cosa fare della tua vita.

Quindi procedi pure con i Tarocchi di Doreen Virtue se ti piacciono, ma non farlo per paura, non farlo solo perché lì sopra sono disegnati degli Angeli e in un certo senso sono più tranquilli, meno inquietanti e non vanno contro qualcosa
Non fare questa scelta per ripiego, scegli quello verso cui ti senti chiamata, perché se gli Arcani ti stanno chiamando è perché hanno qualcosa da dirti.


E' normale inizialmente provare anche un certo timore, una certa repulsione, un certo fastidio.
L'ho provato anche io all'inizio quando gli Arcani hanno iniziato a chiamarmi, perché avevo fatto tutt'altro, avevo studiato Economia, facevo cose "serie", mica queste cose dei Tarocchi, ma alla fine mi sono arrivati addosso.
Queste cose continuano a chiamarti finché non rispondi, quella cosa ti viene data e te ne devi occupare.

Da questa esperienza ho imparato a lasciare andare le resistenze, ad aprirmi con curiosità, quindi quando adesso arriva qualcosa di nuovo che mi incuriosisce, anziché chiudermi, anziché avere un atteggiamento critico o ostile, ho un atteggiamento di apertura e curiosità e dico: studiamo, vediamo cosa ha da raccontarmi, da insegnarmi, perché la mia anima sente un'affinità con questa cosa, perché è arrivata proprio adesso nella mia vita.

Poi ovviamente non mi metto lì a ragionarci sopra e a rispondere a tutti i perché, ma lo faccio accogliendo quella cosa, iniziando a interessarmente, iniziando a praticarla.
Bisogna passare da una chiusura mentale a un'apertura del fare, perché solo così scopriamo cosa dobbiamo fare della nostra vita, come dobbiamo manifestarci, come dobbiamo realizzare la nostra unicità.

E tu, quando arriva qualcosa di nuovo nella tua vita, come ti comporti? La accogli a braccia aperte o sei diffidente?
Raccontamelo nei commenti!

venerdì 23 marzo 2018

Trasforma l'invidia nella tua preziosa alleata

Talvolta guardiamo le foto delle persone famose e ci ritroviamo a invidiarle.
A volte ne siamo consapevoli, altre volte non ce ne rendiamo conto, ma sotto sotto la loro notorietà ci infastidisce.

"Devono farci vedere ogni momento della loro giornata? Un minimo di privacy? Queste cose non potrebbero tenersele per loro?" o ancora: "Certo, se avessi tutti i soldi che ha lei sai quante cose farei!"






Pensiamo che abbiano una vita fantastica, fatta solo di momenti meravigliosi, ovvio, guarda come sorridono sempre!

Le persone di successo sono quelle che hanno imparato a gestire le sconfitte, che non si aspettano che la loro vita sia tutta unicorni e arcobaleni, ma sanno che dietro un insuccesso c'è sempre un insegnamento e che dopo una caduta ci si rialza e si va avanti.

Eppure, come ha raccontato l'imprenditrice Marie Forleo in un suo recente video, l'invidia può esserci utile e se impariamo come usarla può diventare una nostra alleata.

Quando ci mettiamo in ascolto delle nostre emozioni, ci rendiamo conto che ci stanno segnalando qualcosa, sono la voce della nostra parte più profonda.

Se siamo invidiose è perché non siamo soddisfatte di ciò che abbiamo realizzato nella nostra vita.

Ci vanno coraggio, impegno e perseveranza per realizzare i propri sogni, è molto più facile criticare gli altri e raccontarci che tutto sommato stiamo bene così.  Ma dobbiamo fare attenzione a non scambiare la rassegnazione per appagamento.

La rabbia e l'invidia, rappresentate nei Tarocchi dalla carta del Diavolo, sono delle energie molto potenti: se non le incanaliamo nel modo giusto rischiano di rivoltarsi contro di noi, farci precipitare in una insoddisfazione cronica e tenerci ingabbiate, proprio come i due fanciulli disegnati sull'Arcano.


Possiamo usare la frustrazione dell'invidia come motore per  realizzare i nostri desideri e le nostre ambizioni, per raggiungere il successo e l'appagamento che desideriamo nella nostra vita.
Per manifestare la nostra unicità, quella che nessun'altra potrebbe realizzare al posto nostro.


Passiamo all'azione? Ok!
Quali saranno i 3 passi concreti che farai nei prossimi mesi per realizzare la vita che desideri?
Raccontamelo nei commenti così ne parliamo insieme.

giovedì 15 marzo 2018

Vediamo insieme la Stesura della Luna Piena

Qualche giorno fa in un precedente post ti avevo suggerito una stesura da fare per la Luna Piena in Vergine per usare al meglio le tue energie.

Oggi ti racconto la mia stesura, così puoi usarla per ispirarti e imparare a usare meglio i Tarocchi.

Non conosci bene i significati degli Arcani? Ci arrivi da questa pagina.



Lo schema è quello a 5 carte.

Ti riepilogo i significati delle posizioni.

  1. Quale bagaglio sono sfidata a lasciarmi alle spalle in questa Luna Piena?
  2. Come posso essere meno critica in questa Luna Piena?
  3. Quale aree del benessere necessitano di attenzione in questo periodo?
  4. Quale area della mia vita ha bisogno di essere riorganizzata?
  5. Cosa ha BISOGNO di essere fatto in questa Luna Piena?

La mia stesura è stata questa qua.

Quando facciamo delle interrogazioni per noi stesse dobbiamo prenderci tutto il tempo che ci serve e domandarci: "Rispetto ai significati delle carte, quale risuona meglio per me?"

Al primo posto ho Il Sole.
Devo lasciarmi alle spalle il timore di non avere qualcuno che sia lì a occuparsi di me, la paura di non farcela.

Al secondo posto ho L'Imperatore: devo restare lucida e focalizzata su quello che sto facendo.

Al terzo posto ho La Ruota della Fortuna: devo accompagnare il cambiamento e averne cura, darmi il tempo che mi ci vuole, senza costringermi a essere veloce, a riprendermi in fretta, ma accompagnare questa fase della mia vita che si chiude e proteggermi durante questo periodo.

Quarto posto per La Temperanza: il benessere in generale, non devo disperdere le mie energie, devo fare attenzione a non eccedere, a non fare troppo. Devo dedicarmi al mio benessere, alla cura di me stessa.

Al quinto posto c'è Il Matto: non trattenere, lasciare andare quel che deve essere lasciato andare, liberare le energie, ricominciare con fiducia, incoscienza, entusiasmo, apertura totale, riprendere il mio cammino, come se iniziassi tutto da capo, carica di energia e fiducia; per me inizia una fase totalmente nuova, che passa anche attraverso il rebranding del mio lavoro.
Infatti da quest'anno mi sono concentrata sui Corsi e su Powerful Life, il percorso di empowerment per donne.

Ora la stesura ti è più chiara? Se hai delle domande, falle pure nei commenti.

Vuoi conoscere meglio i Tarocchi e potenziare il tuo intuito? Inizia da qui.