Per accedere subito e GRATIS alla Meditazione Rilassante in formato audio mp3 clicca qui: http://eepurl.com/bVHQiz

martedì 12 dicembre 2017

Le 7 Dee dentro di te: quale è la più attiva?


Il modo in cui affronti le situazioni e le sfide della vita definisce quale Dea sta guidando la tua vita.

Non ti piace prendere decisioni, hai bisogno di essere consigliata e guidata oppure di solito sai già cosa fare e ti basta attivarti per  ottenere quello che vuoi?
Ti piace lavorare con altre donne e per altre donne o ti muovi meglio da sola o in un ambiente maschile?
Ti piace sedurre o preferisci essere conquistata?

A seconda di come ti poni in queste differenti occasioni in te è attiva una Dea in particolare.

Vediamole.

Se sei una che si impegna per raggiungere un obbiettivo con spirito battagliero che ti fa sembrare un caterpillar; se fai ricorso soprattutto alla tua intelligenza, alla tua razionalità e alla tua lucidità mentale, talvolta a discapito di quel che dice il cuore, se ti hanno detto che somigli a un maschiaccio è perché la tua Atena ha preso il comando.

Se preferisci lasciare fare agli altri, evitare di scegliere e prendere decisioni, se tendi ad adattarti ai desideri degli altri, se ti senti fragile e avverti il bisogno di essere protetta Persefone sta prevalendo.

Se la tua casa è il tuo rifugio, se ami stare da sola, hai bisogno di ritagliarti del tempo per te per recuperare le tue energie perché stare troppo insieme agli altri ti prosciuga, se hai una forte connessione con il tuo intuito e se hai una visione spirituale profonda, Estia si sta imponendo.

Se hai sempre sognato di diventare madre o quando lo sei diventata il tuo ruolo di madre è diventato prioritario nella tua vita, se ti piace nutrire gli altri fisicamente, psicologicamente o spiritualmente è la tua Demetra che si è risvegliata.

Se ti piace essere indipendente, se credi nella sorellanza, se ti preoccupi per l'estinzione degli animali, il rispetto dell'ambiente e aderisci alle campagne di salvaguardia delle specie protette, Artemide sta risaltando.

Se ti vedi soprattutto nelle vesti di compagna o moglie di qualcuno,  se ti piace accudire il tuo compagno, se ti realizzi nel renderlo felice Era è la tua Dea prevalente.

Se percepisci una forte e profonda sensualità, se ti piace giocare con la seduzione e vuoi condurre tu il gioco, Afrodite è scesa in campo.


Queste sono solo alcune delle caratteristiche di ogni Dea e in ciascuna donna convivono più Dee che in fasi diverse della propria vita diventano prevalenti.


Conoscere quali Dee stanno agendo in te ti permette di conoscere meglio le tue risorse e di usarle con più consapevolezza.

Capisci perché agisci in un modo, anziché in un altro e diventi più presente alla tua vita anziché subirla.

Vuoi approfondire questo argomento?

Le Dee dentro di te fa parte di Powerful Life, ne parliamo lì ad aprile.

 

Vieni anche tu? Segui questo link (clicca qui) e guarda se è il programma che fa per te.





p.s. Ho creato un gruppo su facebook che si chiama Il Cerchio Magico (clicca qui per raggiungere la pagina). E' un gruppo di donne in un percorso di crescita.

Uno spazio protetto per donne che vogliono risvegliare i loro doni o conoscerli meglio, che stanno approfondendo la loro pratica spirituale e vogliono confrontarsi.

Alcune hanno fatto dei corsi con me come Il Risveglio della Dea, Magic Women, sessioni di coaching intuitivo e tarologico, corsi sui Tarocchi; argomenti che riprendiamo sul gruppo per non disperdere il lavoro fatto.

In questo gruppo si mantengono alte le energie e quindi il pessimismo. il giudizio e la negatività restano fuori.

Perché questo nome? Vieni a scoprirlo sul gruppo e se ti senti anche tu su questo percorso chiedi l'iscrizione.
Ti aspetto!

martedì 5 dicembre 2017

L'Universo non risponde alle tue email (ma ti risolve lo stesso i problemi)


[Photo by Greg Rakozy on Unsplash]


Il pacco non sarebbe arrivato nemmeno quel giorno, non ci restava che pazientare.
Mio figlio mi guardava sconsolato e protestava, avevo già scritto al venditore e la sua risposta era stata frustrante anche per me.

Torniamo indietro di un paio di giorni.
Mio figlio vuole cambiare telefono: i 32 giga a sua disposizione, riempiti di stupidaggini, come da sua stessa ammissione, gli vanno stretti. Ha già calcolato che vendendo il suo e aggiungendo i risparmi riesce a comprarne uno nuovo da 64 giga.
Comincia a cercare su internet e trova un modello che lo soddisfa.
"Che ne dici, ma'?" mi chiede.
"Ok, si può fare".

Clicco, ordino, pago. La consegna è prevista per il giorno dopo. Wow! penso, che super servizio.
Il giorno dopo mi arriva la notifica dal corriere che il pacco è stato spedito e mi danno il numero di spedizione per tracciarne il percorso.

Peccato che il mio indirizzo sia sbagliato. Argh!

Rispondo subito alla mail del corriere per rettificare l'indirizzo ma non ottengo risposta.
Qualcuno l'avrà letta? Dubito.

Scrivo al venditore per avvisarlo e mi risponde che lui non può fare niente finché il pacco non arriva in fermo deposito e che tocca a me avvisare il corriere.
Sbagliano a trascrivere l'indirizzo e mi sbolognano la soluzione del problema.

Seguono varie email, telefonate e tentativi di telefonate andati a vuoto; oltretutto il corriere accetta modifiche solo da parte del mittente..
Il livello di stress sta salendo e quello energetico sta scendendo. Non ci siamo.

Non so più a chi rivolgermi, quando mi viene un'illuminazione.
Come ho fatto a non pensarci prima?

"Caro Universo, pensaci tu, ti prego mostrami i passi che devo fare".

Dico proprio così e attendo con fiducia di capire come devo muovermi.

Il giorno dopo suona il campanello. Il corriere! penso.
Sì, è il corriere, è proprio quello che deve consegnarci il pacco, ma... il pacco che ha è per la mia vicina di casa.
"Non ha niente per me? Sto aspettando un pacco, il venditore ha sbagliato indirizzo e non so come fare...".
"Ho solo questo, ma il suo potrebbe averlo il mio collega".
Chiama il collega e sì! il pacco ce l'ha lui e stava per consegnarlo all'indirizzo sbagliato!


Il caso ha voluto che lo stesso corriere dovesse portare un pacco proprio alla mia vicina di appartamento.
Che la vicina non fosse in casa.
Che invece io ci fossi.
Che il ragazzo che guidava il furgone abbia intercettato in tempo il collega.

L'Universo è molto più potente di noi singoli, è una forza vitale che ci accompagna e ci sostiene nel nostro cammino, perché siamo parte di lui.
Quando impariamo ad affidarci a lui (chiamalo Dio, Luce, Dea, Madre, Energia, Natura, Shiva o come preferisci) ci accorgiamo che le cose scorrono meglio.
L'Universo è lì con noi e per noi, per le piccole e grandi cose.

Imparare ad affidarci a lui e a coglierne i segnali ti fa sentire sostenuta e accompagnata.


Di Universo, segni e come interpretarli parliamo anche in Powerful Life, il programma che inizia il prossimo gennaio.

Vuoi saperne di più ed entrare in Powerful Life? Clicca qui


martedì 28 novembre 2017

Sei una Magic Woman? ✨





In questi giorni ho lanciato un Corso Gratuito dal titolo Magic Women.
Se vuoi iscriverti anche tu, clicca qui

Te ne voglio proporre un assaggio anche qui sul blog perché tu possa aumentare la tua consapevolezza sulla tua situazione e su quanto potresti fare per espandere i tuoi poteri.

Nella prima email che ho inviato chiedevo semplicemente alla Magic Woman di fare una passeggiata di almeno venti minuti, in un luogo di sua scelta.
Questa è l'email del giorno successivo.




Cara Magic Woman...

Sono curiosa di sapere come è andata la tua passeggiata.
Che luogo hai scelto? Un parco? Una via della tua città? Una strada di campagna? Un bosco?

Sul tuo percorso quante persone hai incrociato? Hai visto più uomini o più donne?
Quante indossavano un cappello? Quante indossavano qualcosa di rosso?
Qualcuno aveva l'ombrello o il bastone? Qualcuno portava le borse della spesa?
Qualcuno stava portando a spasso il cane?
Queste persone camminavano da sole o in gruppi di due o più?
Quanti sguardi hai incrociato?
Qualcuno ti ha sorriso? E tu?
Hai incontrato dei bambini?
Quanti di questi bambini erano a piedi e quanti sul passeggino?
Quanti animali hai visto? Quali?
Quanti semafori hai visto? Erano rossi o verdi? Qualcuno ha attraversato con il rosso?
Hai notato delle moto o delle biciclette? C'erano donne motocicliste?
Sei passata davanti a delle vetrine di negozi?
Qualcuno aveva già gli addobbi di Natale?

Ok, direi hai capito, potrei farti ancora un centinaio di domande, ma vado dritta al punto: eri attenta e presente a quanto accadeva intorno a te o eri distratta?

Se non ti accorgi di quanto accade nella realtà intorno a te, come puoi accorgerti di quel che non cade sotto i tuoi sensi?

Se non vedi il visibile, come puoi vedere l'invisibile?

E tu? Com'era il tuo respiro? Fin dove scendeva? Sentivi il suolo sotto la scarpa?
Eri connessa con te stessa o persa nei tuoi pensieri?

Se ti perdi nei tuoi pensieri come puoi andare oltre?

La Magia richiede presenza e non identificazione con i propri pensieri.

Quindi, se non l'hai ancora fatto, comincia a fare un po' di pulizia fra le stanze della tua mente. Ti voglio sveglissima!


Ora vorrei che ascoltassi questo mantra per una decina di minuti
OM - il mantra primordiale


Mantra è una parola tibetana ed è uno strumento molto potente per calmare la mente. La sua forza è nella vibrazione che procura nei nostri corpi. Oltretutto non è necessario conoscere il suo significato perché abbia effetto. Nei mantra sono custodite formule sacre con poteri spirituali.

Ed è lì che voglio arrivare, a risvegliare la tua spiritualità, perché una Magic Woman è una donna che vive in connessione con la sua parte spirituale, in linea diretta con il Divino.

Nel brano di Carlos Castaneda che ti ho riportato nella mail di ieri si parlava di campi di energia vibranti, di Universo, di intelligenza.

Tu fai parte di questo, di questa energia, di questa intelligenza e voglio aiutarti a prenderne consapevolezza e a usarla.

Quando parlo di magia non intendo manipolare la realtà, ma mi riferisco ad andare oltre a quelle che percepisci come capacità limitate, fare ciò che ti sembra impossibile.

Un detto Zen dice: "Quando l'allievo è pronto il maestro appare".
Non sono io la maestra, ma tu sei l'allieva.

Quando sarai davvero determinata interiormente a provare la vera magia e a vivere in funzione di uno scopo la strada apparirà.


Saper essere allieva significa essere aperta e pronta a imparare da qualsiasi persona, avere sempre spazio per nuovi insegnamenti.
E ogni persona che incontri ha qualcosa di prezioso da insegnarti.

Essere pronta significa essere volenterosa, avere la disponibilità a crescere. Significa impegnarsi costantemente. COSTANTEMENTE.

Ascolta il mantra che ti ho riportato sopra ogni giorno, inzia con 10 - 15 minuti e poi estendi a un'ora. Perché proprio quel mantra? Perché è il suono che ha prodotto l'Universo. Da quella vibrazione primordiale si è formato il Cosmo.

Oltre ad ascoltare il brano puoi anche recitarlo, come se fosse una preghiera.

Provalo anche quando senti che nella tua mente c'è caos e i pensieri si susseguono senza sosta.
Fallo, perché senza lavoro non ci sono risultati, non ci sono progressi, non ci sono cambiamenti.


Da parte dell'Universo avrai tutto l'aiuto che sei pronta a ricevere nel momento in cui la sensazione di essere pronta si trasforma in volontà di azione. Davvero.

Magia e super poteri femminili sono i temi centrali di Powerful Life

Sarai tu una delle magiche donne di Powerful Life?

Vieni a scoprirlo!

[p.s. hai ancora un paio di giorni per iscriverti e ottenere i 3 bonus]

martedì 21 novembre 2017

Come Scegliere Come Spendere il nostro Denaro (per avere il massimo ritorno)



Ogni anno investo su di me, sulla mia crescita personale e su quella professionale.
Lo faccio perché credo che questo viaggio che chiamiamo Vita sia una fantastica opportunità e voglio usarlo al meglio, per me e per tutte le persone che entrano nella mia vita.

Quando ho seguito la scuola di Shiatsu ho investito una bella cifra per tre anni consecutivi, c'era la retta della scuola e il costo delle trasferte per seguire gli stages. E ho imparato un sacco di cose.
Ma quest'anno la somma complessiva che investo su di me è decisamente importante, sono quasi 3000 euro. Wow!

Ci ho pensato un po', eh! Non che l'importo mi sia indifferente. Averli o meno in banca fa la differenza. Ma averli in me, in quello che posso diventare seguendo questi corsi, fa una differenza ancora più grande. Una differenza che dura tutta la vita.

Quando spendiamo dei soldi lo facciamo principalmente per soddisfare un bisogno.
A parte i bisogni legati alla nostra sopravvivenza, le altre necessità spesso vanno a colmare dei vuoti.
Cosa c'è dietro i nostri acquisti? Quali sono le nostre reali esigenze? Di cosa sono fatti questi vuoti e come possiamo colmarli davvero?

Pensa all'ultima volta che hai comprato qualcosa per te. Di cosa si tratta? Una borsa? Un vestito?
E quanto è durato l'appagamento dato da quell'acquisto? Una giornata? Una settimana?
Per cosa l'hai fatto? Avevi veramente bisogno di una borsa nuova o volevi fare colpo sulle amiche o doveva riempire un vuoto?
Sia chiaro, non ho nulla contro l'acquisto di borse o vestiti! Ma se diventano un modo per colmare l'insoddisfazione, forse puoi fare qualcosa di meglio per te.

Ci sono acquisti che hanno un impatto limitato sulle nostre vite e poi ci sono quegli investimenti che possono cambiare la nostra vita e, di conseguenza, anche quella delle persone che vivono intorno a noi: amici, parenti, figli, conoscenti.

Spesso questi investimenti sono costosi, ma il loro ritorno è infinitamente più elevato della cifra spesa.
Quando li valutiamo non dobbiamo pensare in termini di quanto esce dalle nostre tasche, ma in termini del risultato che otteniamo.
Quell'investimento può fare la differenza nella nostra vita? Può portarla ad un livello più elevato?
Se sì, quello è un buon investimento.

Se porto la mia vita ad un livello più elevato, posso fare più cose o farle diversamente e questo innalzerà il livello complessivo della mia vita e di quella dei miei cari.

Siamo qui per crescere, per espandere la nostra consapevolezza, per portare i nostri doni nel mondo, non per collezionare oggetti a cui attaccarci per trovare conforto temporaneo e con cui zittire la vocina di fondo che reclama attenzione.
Finché non lo facciamo percepiamo un vuoto, l'insoddisfazione.
Solo facendo cose che ci fanno crescere diamo un senso alla nostra vita.

Spesso noi donne quando dobbiamo spendere per noi stesse ci limitiamo. Ci raccontiamo cose del tipo: "Non ho abbastanza soldi, non me lo posso permettere".
Ok, a volte può essere vero. Ma spesso sai cosa c'è dietro questo atteggiamento?
Una mancanza di autostima.
Quel "non me lo posso permettere" si traduce con "non valgo abbastanza". Non valgo la cifra di quell'investimento.

Se vuoi lavorare sulla tua autostima innalzandola, devi ribaltare quel ragionamento e il tuo modo di agire.
Quando investi su te stessa percepisci immediatamente un innalzamento del tuo valore.
Quindi, se vuoi aumentare la tua autostima comincia a investire su di te.
Ma su cose che ti facciano crescere, non su una borsa nuova!
Non devi aspettare di sentire di valere per decidere di investire su di te, è esattamente il contrario.
E questo è un processo che si alimenta nel tempo: più senti di valere, più investi su di te e così avanti.



Ricapitolando:
  • quando fai un acquisto cerca di capire che tipo di bisogno soddisfa e quale impatto ha nella tua vita (una settimana? un anno? dieci anni? per sempre?)
  • assicurati di fare (anche) investimenti che espandano la tua consapevolezza e ti facciano crescere spiritualmente
  • anziché dire: "Non me lo posso permettere" scegli di dire: "Preferisco spendere questa cifra su qualcos'altro". Questo ti permette di innalzare il tuo livello di vibrazioni (lo sai, vero, che l'Universo risponde in base alle vibrazioni che emetti?) e attirare abbondanza nella tua vita 😉

Di blocchi, credenze limitanti in fatto di denaro e come attrarre prosperità ne parliamo in Powerful Life con The Money Revolution: Creare il Mindset giusto



martedì 14 novembre 2017

Impara dagli alberi (e dallo Zen Yoga) a lasciare andare con facilità


Ogni stagione ha la sua energia. Basta guardarci intorno per capire come funziona questa cosa.

Se in questi giorni ti sei immersa nella natura, hai passeggiato nei parchi o hai osservato gli alberi avrai visto le loro foglie diventare di meravigliosi colori che vanno dal giallo al rosso vivo.
Queste foglie spuntate verdissime in primavera hanno compiuto il loro ciclo di vita sul ramo e si preparano a staccarsi.
 
L'Autunno è la stagione del Metallo, un movimento energetico che va verso l'interno. Per quello abbiamo più bisogno di rintanarci e riposare, anziché dedicarci a quelle attività all'aria aperta tipiche dell'estate.
E se ti senti più triste del solito, be', nulla di strano: la tristezza è proprio l'emozione di questo elemento e quindi di questo periodo!

Il Metallo caratterizza le nostre strutture interiori che ci danno stabilità, ma se restiamo troppo ancorate ad esse rischiamo di perdere la nostra mobilità e la capacità di evoluzione e sviluppo.
E' una questione di equilibrio.

Se il nostro metallo è sano riusciamo a far fronte a tutti gli sviluppi e gli sconvolgimenti della vita in maniera aperta e positiva.
Quel che mi serve lo tengo e diventa parte di me, quel che si è esaurito e non mi serve più lo lascio andare.

Se il mio metallo funziona bene le cose vanno in questo modo: lascio entrare e lascio uscire.
Non è un caso se gli organi interessati da questo elemento sono i Polmoni e l'Intestino Crasso.
Dai Polmoni prendo ossigeno e Prana o Qi, l'energia dell'Universo, dall'Intestino Crasso espello le scorie.

Se il mio metallo invece non è equilibrato posso avere problemi a lasciare andare cose e persone, ad esempio di eliminazione delle scorie, quindi stipsi o di tagliare una relazione o abitudini o cose di cui mi vorrei liberare ma non riesco.

Già, perché la capacità di lasciare andare o la tendenza a trattenere si esprime a tutti i livelli: fisico ed emozionale.

Ma poiché è il periodo in cui va fatta una pulizia energetica ti segnalo due esercizi che puoi fare per facilitare il lavoro.

Il primo esercizio è per liberarti dagli attaccamenti e lasciare andare i legami dai quali vuoi prendere le distanze. Te ne avevo già parlato e lo trovi seguendo questo link.

Il secondo è un esercizio di digitopressione che puoi fare da sola.
Il punto da trattare è quello che vedi nella foto in alto, nell'incavo tra indice e pollice.
Appoggia il pollice dell'altra mano nell'incavo ed esercita una pressione costante, respira a lungo e profondamente per due volte e poi lascia andare. Ripeti 10 volte. Continua così una volta al giorno per 10 giorni.

Questo esercizio è molto utile anche in caso di stitichezza, ma non devi assolutamente farlo se sei incinta!

[Di come Risvegliare e potenziare la tua energia e imparare lo Zen Yoga parliamo a marzo in Powerful Life!
Cos'è Powerful Life? Scoprilo qui]

martedì 7 novembre 2017

Quel giorno in cui ho incontrato il Gatto e la Volpe...

[p.s. oggi ti parlo di autostima e proprio oggi è uscito il programma di Powerful Life. Non vedevo l'ora di fartelo conoscere! Lo trovi qui]



Hai presente il Gatto e la Volpe, i due loschi personaggi della favola di Pinocchio? Ecco, loro.
Solo che si sono presentati sotto le spoglie di due umani.
Li ho incontrati e, se non fosse stata per la mia autostima e il mio intuito, mi avrebbero incastrata. In senso metaforico, ovviamente.

Ora ti racconto cosa mi è successo.
Un paio di settimane fa ho messo in vendita la mia auto.
Mi sono ritrovata con la macchina di mio papà e ho deciso di vendere la mia e usare la sua, dato che non aveva senso tenerle entrambe.
Nonostante la decisione, ero molto affezionata alla mia macchinina, l'avevo scelta e comprata io, la mia prima e fino ad ora unica auto.

Qualche anno fa mi aveva portato in Toscana in un avventuroso viaggio compiuto da sola, dove avevo approfondito la mia pratica dello Sciamanesimo e conosciuto due persone e maestri straordinari, Jonathan e Zara.

Ok, non era super accessoriata, ma per me la mia auto era speciale. Sapevo di poter contare su di lei.
Quindi separarmene non mi entusiasmava troppo, ma era la decisione più sensata che potessi prendere.

Per venderla avevo pubblicato un annuncio che stava riscuotendo un certo successo.
Mi erano arrivati diversi messaggi e poi la prima richiesta di vederla e provarla.
Ci mettiamo d'accordo e ci diamo appuntamento per il giorno dopo.
Parcheggio e poi raggiungo il tipo che mi aspettava davanti a una caffetteria.
Vedo che si è fatto accompagnare da un amico, mentre io sono andata da sola.

Mentre mi avvicino il mio intuito mi manda dei segnali: non so perché - l'intuito non ti spiega il perché - ma quei due tizi non mi piacciono. E decido di fidarmi dell'intuito e restare in ascolto.

Gli mostro l'auto, rispondo alle loro domande ed ecco che partono le critiche.

Mi accorgo che sono mirate a mettermi a disagio, a farmi credere che mi fossi sbagliata, che fossi un'incapace, che di motore, pneumatici, cambio olio non capissi un bel niente.

Tradotto in parole semplici: miravano a colpire la fiducia in me stessa per cercare di abbassare il prezzo.

Per scegliere a che prezzo venderla, però, avevo fatto una valutazione che teneva conto sia della quotazione sul mercato dell'usato che del valore che le attribuivo. Per cui ero super preparata e il prezzo che avevo scelto era assolutamente adeguato.

"Te lo dico da amico: è impossibile venderla al prezzo che chiedi" mi ha detto mentre stavo andando via.
Be', caro "amico", non so come dirtelo: ho venduto l'auto due giorni dopo al prezzo che avevo deciso.

Il succo di questa storia qual è?
Che quando credi in te stessa diventa molto difficile metterti a disagio per approfittarne.


Se vuoi imparare a guarire la tua autostima, dai un'occhiata a Powerful Life, magari è quello che fa per te. L'autostima è l'argomento del mese di febbraio.

martedì 31 ottobre 2017

Samhain, il riposo prima della rinascita (e un Mini Corso Gratuito sulla Dea per te!)



Forse la conosci con il nome di Halloween perché dagli Stati Uniti ci arriva con tutto il corredo di fantasmi, zucche, dolcetto o scherzetto, scheletri danzanti, ma le sue origini sono molto più antiche e affascinanti.
E' la festa che cade il 31 ottobre e il suo nome Samhain deriva dal gaelico e significa summer's end, la fine dell'estate.

In questo giorno la popolazione dei Celti festeggiava il Capodanno esorcizzando allo stesso tempo l'arrivo dell'inverno, la stagione in cui la natura sembra morire  ma in realtà si riposa e si rigenera per risvegliarsi in primavera.

Ecco perché in questi giorni si celebra il culto dei morti - che è legato, non dimentichiamolo, al ciclo vita-morte-vita.
Perché morire significa prepararsi a rinascere.

Questo periodo può farci paura ma dobbiamo imparare la sua lezione e conoscere i suoi doni per viverlo al meglio.

Il tempo è cambiato, la luce lascia spazio al buio e le energie si ritirano.
Hai notato che tramonti incantevoli che ci sono in questi giorni? E' una festa di rosa e azzurri che sembrano delle pennellate in cielo!

In questa stagione, la Dea che ha prosperato e distribuito i suoi abbondanti doni durante l'estate ora raggiunge il Dio negli inferi, come racconta il mito di Persefone, e ci rimane per diversi mesi.
Conoscere i nostri ritmi, che poi sono quelli della natura, sapere quando riposarci e rigenerarci, sapere quando agire fa la differenza.

Cosa possiamo fare noi per stare bene?

Per danzare con la nostra Persefone e con le energie di questa stagione anche noi dobbiamo rallentare i nostri ritmi, raccogliere le energie evitando di disperderle per prepararci a una grandiosa rinascita in Primavera. Perché anche tu vuoi sbocciare magnificamente in Primavera, giusto?

Qualche esempio di cose da fare. La sera vai a nanna presto, se ti senti stanca prenditi il tempo per riposare, accompagna il pomeriggio con una tisana, (io ne ho appena scoperta una che si chiama Panpepato che è strepitosa!), invita le amiche a casa anziché fare tardi nei locali, trascorri più tempo a leggere un buon libro, qualche volta sostituisci la doccia con un bagno con olii essenziali o sali, illumina il tuo appartamento con le candele, usa le creme per il viso e per il corpo tutti i giorni.

Quali sono i tuoi metodi per raccogliere le energie e rigenerarti? Raccontalo nei commenti, così tutte possiamo beneficiarne.

E ora il mio regalo di Samhain per te! 🎁

Per aumentare la tua connessione con la Dea ho creato un Mini Corso GRATUITO, Il Risveglio della Dea.

Inizia il 1 novembre e dura 7 giorni. Ogni giorno riceverai direttamente via email i consigli della Dea! Comodo, vero? 😉




Sì! Iscrivimi al Corso gratuito Il Risveglio della Dea

* indicates required