TAROT-NEWS!

Per ricevere la Newsletter GRATIS, clicca qui: http://eepurl.com/bVHQiz

martedì 31 maggio 2011

Il mito di Eros e Psiche



"Per molte notti Eros e Psiche bruciano la loro passione in un amore che mai nessun mortale aveva conosciuto; Psiche è prigioniera nel castello di Cupido, legata da una passione che le travolge i sensi.

Una notte Psiche, istigata dalle sorelle, che Cupido le aveva detto di evitare, con una spada e una lampada ad olio decide di vedere il volto del suo amante, nella paura che l'amante tema la luce per la sua natura malvagia e bestiale. È questa bramosia di conoscenza ad esserle fatale: una goccia cade dalla lampada e ustiona il suo amante:

« … colpito, il dio si risveglia; vista tradita la parola a lei affidata, d'improvviso silenzioso si allontana in volo dai baci e dalle braccia della disperata sposa »"

lunedì 30 maggio 2011

Shiva e Shakti



Nella mitologia induista, l'universo è creato dalla combinazione delle due divinità Shiva e Shakti. Il principio maschile, Shiva, viene indicato con la pura coscienza immanifesta. Esso rappresenta la benedizione e viene dipinto come un essere privo di forma, immerso in una profonda meditazione. Shakti, la controparte femminile di questa coscienza inattiva, è colei che dà la vita. E' l'intera creazione e madre dell'universo.

Ciascuna di queste deità ha la tendenza a muoversi verso l'altra.

Shakti, salendo dalla Terra, viene descritta come l'"aspirazione divina dell'anima umana" mentre Shiva, che scende dall'alto, è l'"irresistibile attrazione della grazia divina".

Essi esistono in un abbraccio eterno e fanno continuamente l'amore, incapaci di esistere l'uno senza l'altra.

mercoledì 25 maggio 2011

Si conobbero. Lui conobbe lei e se stesso, perché in verità non s’era mai saputo...

Re e Regina di Coppe - Tarocchi

"Si conobbero. Lui conobbe lei e se stesso, perché in verità non s’era mai saputo. E lei conobbe lui e se stessa, perché pur essendosi saputa sempre, mai s’era potuta riconoscere così."

(Italo Calvino, Il barone rampante)

giovedì 5 maggio 2011

Il Cinque Maggio. Ode a Napoleone, l'Imperatore



Ei fu. Siccome immobile,
dato il mortal sospiro,
stette la spoglia immemore
orba di tanto spiro,
così percossa, attonita
la terra al nunzio sta,
muta pensando all'ultima
ora dell'uom fatale;
né sa quando una simile
orma di piè mortale
la sua cruenta polvere
a calpestar verrà.
Lui folgorante in solio
vide il mio genio e tacque;
quando, con vece assidua,
cadde, risorse e giacque,
di mille voci al sònito
mista la sua non ha:
vergin di servo encomio
e di codardo oltraggio,
sorge or commosso al sùbito
sparir di tanto raggio;
e scioglie all'urna un cantico
che forse non morrà.

Su di me


Ciao, sono Bianca Adriano.

Aiuto le persone a Sbloccare la propria Vita, Potenziare l'Intuito, decifrare i Messaggi dell'Anima, connettersi con i propri Spiriti Guida, Maestri e Angeli.
Uso Terapie Olistiche Integrate: Tarocchi, Oracle Cards, Sciamanesimo, Chakra, Shiatsu, Meditazione Guidata

Per un Consulto o un percorso insieme chiamami al
scrivi a biancaadriano1@gmail.com