Per accedere subito e GRATIS alla Meditazione Rilassante in formato audio mp3 clicca qui: http://eepurl.com/bVHQiz

giovedì 30 dicembre 2010

Nuova Proposta di Lavoro: Cosa Dicono i Tarocchi?


Per Laura si prospetta una nuova opportunità di lavoro che deve valutare, ha qualche dubbio, alcune incertezze. Vediamo dalla stesura dei Tarocchi cosa emerge.

A favore del nuovo lavoro c'è la capacità e la voglia di affrontare le sfide di Laura, la sua abilità nel destreggiarsi tra le difficoltà, rappresentata da La Torre, soprattutto in ambito materiale come indicato dal Nove di Denari.

Contro c'è La Giustizia, ovvero il timore, in questo caso infondato, di non essere giustamente valorizzata per le sue capacità, rimarcato dalla carta di Coppe sotto la Giustizia.

Attualmente, dal punto di vista lavorativo, Laura ha il pieno controllo della situazione (L'Imperatore), è lei che si gestisce autonomamente e prende tutte le decisioni, ma la carta del Cinque di Bastoni mette in luce il movimento e le novità in arrivo in ambito lavorativo, un nuovo impegno per rafforzare la propria posizione.

La soluzione è data dall'Arcano XIII, che rappresenta un profondo rinnovamento e grandi cambiamenti, soprattutto per chi sa mettersi in gioco e coglierli, affiancato dal Dieci di Coppe, in questo caso solidità, stima e riconoscimento dei proprio meriti.

Per raggiungere l'obiettivo, i Tarocchi, attraverso L'Eremita e la Regina di Coppe, suggeriscono prudenza e calma, di prendersi il tempo che le serve, di valutare la proposta senza troppa fretta.


Se vuoi approfondire la tua conoscenza dei Tarocchi, c'è il mio corso online che puoi fare comodamente con i tuoi tempi: Tarocchi - Il Linguaggio Segreto degli Arcani

Se desideri un consulto personalizzato, seguendo questo link puoi prenotare il tuo (clicca qui).

mercoledì 29 dicembre 2010

Papessa, Stella e Mondo per Alanis Morrisette, neomamma

‎... e nel frattempo, Alanis Morrisette, ex fidanzata di Ryan Reynolds, è diventata mamma il giorno di Natale.

Il bambino è stato chiamato Ever Imre ed è il primo figlio per la Morissette e il marito Mario «Souleye» Treadway, sposato il 22 maggio di quest’anno. La cantante aveva annunciato la sua gravidanza ad agosto su Twitter: «Felici notizie: aspetto un bambino. Io e Mario siamo molto emozionati all’idea di iniziare la nostra famiglia».


Per lei, la triade formata da La Papessa, La Stella e Il Mondo, alcune delle carte che, tradizionalmente, si riferiscono alla gravidanza e alla nascita.

lunedì 27 dicembre 2010

Dall'Innamorato alla Torre per Scarlett Johansson e Ryan Reynolds


C'era una volta L'Innamorato, c'erano due attori di Hollywood belli e famosi, poi un giorno... chissà... qualcosa non ha più funzionato ed è apparsa La Torre.


Lei si era imposta all'attenzione del pubblico internazionale con la sua interpretazione nel film L'uomo che sussurrava ai cavalli, ma è nel 2003 con due film Lost in Translation e La ragazza con l'orecchino di perla che diventa famosa.
Anche Ryan è un attore e nel novembre del 2010 si classifica al primo posto nella classifica degli uomini più sexy stilata dalla rivista People.
Scarlett e Ryan si erano sposati nel 2008 dopo che lui aveva lasciato dopo una storia durata 5 anni la cantante Alanis Morrisette.

“Dopo lunghe e attente considerazioni da parte di entrambe le parti abbiamo deciso di porre fine al nostro matrimonio”, ha dichiarato la coppia in un comunicato stampa. “Abbiamo iniziato la nostra relazione con amore ed è con lo stesso affetto e gentilezza che ne usciamo. Anche se non ci aspettiamo privacy, sarebbe davvero apprezzata.”

giovedì 23 dicembre 2010

Tarocchi & Cinema: La Giustizia

Tarocchi e Cinema

La Giustizia

«Sei solo chiacchiere e distintivo, chiacchiere e distintivo, solo chiacchiere e distintivo!»

Gli intoccabili (The Untouchables) è un film del 1987 diretto da Brian De Palma e scritto da David Mamet.

Il cast annovera Kevin Costner nel ruolo dell'agente federale Eliot Ness, Sean Connery nei panni del poliziotto irlandese Jimmy Malone, Andy Garcia, il giovane poliziotto italo-americano George Stone e Robert De Niro nel ruolo del boss Al Capone. Il film è ispirato alla autobiografia di Ness, che aveva già dato vita in USA a una serie televisiva con Robert Stack.
Per la sua interpretazione Connery vinse un Oscar come miglior attore non protagonista.
La pellicola divenne un grosso successo al botteghino, incassando 76 milioni di dollari.
(fonte: Wikipedia)

martedì 21 dicembre 2010

Solstizio d'inverno ed eclissi di Luna


Oggi 21 dicembre, primo giorno di inverno, è anche il solstizio d'inverno, ovvero il giorno più corto dell'anno. Ma oggi c'è anche l'eclissi di Luna e i due fenomeni non avvenivano contemporaneamente dal 1554!

E' un momento di trasformazione e cambiamento.

Come spiega Nicole Cooper, reverendo della Wiccan Church of Canada: "E' il passaggio simbolico dal buio alla luce, l'idea che quando la situazione personale è particolarmente buia è il momento di maggiore opportunità di trasformazione. Si associano in modo unico l'energia maschile del sole e quella femminile della luna".

lunedì 20 dicembre 2010

Tarocchi & Cinema: Il Mago

Il Mago

Fantasia


Topolino apprendista stregone nel film Fantasia di Walt Disney, uscito negli Stati Uniti nel 1940 e in  Italia nel 1946 e considerato il terzo classico della Disney.
Il mago del cartone si chiama Yen Sid che, letto al contrario, diventa Disney.

giovedì 16 dicembre 2010

La Stella di Pieraccioni


La Stella ha fatto visita all'attore e regista Leonardo Pieraccioni: la sua compagna Laura Torrisi ha dato alla luce la loro bambina Martina!
La loro storia era iniziata nel 2007 quando Laura era stata scelta dal regista come interprete del film Una moglie bellissima.

I Tarocchi e la Costituzione italiana

La Giustizia



art. 1 L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opionioni politiche, condizioni personali e sociali.

sabato 11 dicembre 2010

Tarocchi & Cinema: La Papessa

Tarocchi e Cinema

La Papessa


Film diretto da Sönke Wortmann, tratto dall'omonimo romanzo di Donna Woolfolk Cross.

Johanna (in italiano Giovanna, interpretata da Johanna Wokalek) è una ragazza nata ad Ingelheim nel 814 d.C. e non accetta quello che il destino sembra riservare a una donna in quell'epoca: matrimonio e figli.
Contro il parere del padre severo, e contro le stesse regole della Chiesa cattolica, seguendo la sua profonda fede, decide di frequentare la scuola nella cattedrale di Dorstadt. Qui conosce il conte Gerold (David Wenham), nobile alla corte del vescovo, del quale diventa prima amica e poi si innamora.

La partenza di Gerold per la guerra di successione al trono di Carlo Magno è motivo di profonda riflessione per Johanna, che si rende conto del fatto che essere donna le preclude la possibilità di seguire la vita che desidera.

Prende così una difficile decisione, travestendosi da uomo ed assumendo la nuova identità di fratello Johannes Anglicus (che in latino significa Giovanni l'Inglese), per entrare come monaco benedettino nell'abbazia di Fulda ed iniziare una carriera che, inaspettatamente, la porterà ai vertici ecclesiastici fino al soglio pontificio.

(fonte: Wikipedia)

venerdì 10 dicembre 2010

La Papessa dei Tarocchi

II La Papessa



La Papessa è la carta numero 2 dei Tarocchi di Marsiglia.
E' la prima donna della serie degli Arcani Maggiori.
Raffigura una donna seduta su un trono con in testa una tiara rossa, arancione e gialla, simbolo della regalità, con due corone che la cingono: saggezza e perfezione; il velo color carne ricade ai lati del viso bianco, simbolo di purezza e un drappo la cinge e la protegge o separa dal resto del mondo.
Talvolta ai lati del trono compaiono due colonne, anche identificate come le colonne Jakim e Boaz del Tempio di Salomone.
In braccio tiene un libro color carne aperto, simbolo della conoscenza e del sapere, su cui compaiono delle righe su entrambe le pagine. Anche le mani sono bianche. Indossa un manto rosso, giallo, verde e blu, con due fasce azzurre incrociate sul davanti su cui sono iscritte tre croci. E' lo spirito racchiuso nella materia. Dietro di lei si intravvede un uovo.

La Papessa sta covando. E' in attesa, in fase di gestazione e di accumulo.
Talvolta è stato vista in lei la Madonna, immacolata concezione, e la dea Iside, fonte della fecondità.
E' una donna di grande statura spirituale, una sacerdotessa, una guida.
Questa donna racchiude un ideale di purezza e freddezza, può essere una donna priva di sessualità o una madre fredda, priva di calore.  Il bianco potrebbe indicare proprio questo bisogno di ricevere il calore di una passione di tipo amorosa o creativa o spirituale.
E' in attesa, sta studiando, si sta preparando, non agisce perché vuole prima conoscere.

La Papessa è accumulo, meditazione, studio, verginità, è una madre severa.
E' il dominio della vita interiore, la dimensione trascendente della madre spirituale.
E' il mistero, il sapere occulto.
E' maestra di saggezza e di sapienza, è maturità, equilibrio e comprensione.
E' una donna di prestigio che controlla le emozioni. E' il rigore, la fede, il senso della morale.

Nella sfera affettiva indica un legame duraturo e importante, basato sulla maturità, l'equilibrio, l'intesa e la serenità, talvolta privo di passionalità e espansività; l'unione di due anime.

In ambito lavorativo suggerisce di impegnarsi a fondo con serietà e approfondimento, non ci saranno colpi di fortuna, i risultati saranno legati all'impegno e alla preparazione.

Significati: gestazione, accumulo, studio, preparazione, pazienza, conoscenza, fedeltà, purezza, solitudine, rigore, severità, saggezza, maestra, guida, fede, maturità, equilibrio, meditazione
Significati al negativo: madre fredda e castrante, intenzioni nascoste, pigrizia, indifferenza, falsità
Corrispondenza astrologica: Luna
Numeri: 2-20-22
Colori: azzurro: ricettività celeste; blu: ricettività terrestre; bianco: purezza; carne: materialità verde: colore della Natura, eterna rinascita; giallo: luce dell'intelletto; arancione: intelligenza ricettiva, rosso: colore dell'attività.

lunedì 6 dicembre 2010

Tarocchi & Arte: Il Carro

Tarocchi e Arte

VII Il Carro



Il carro di Venere, Pietro da Cortona



 Il carro di fieno, Hieronymus Bosch


 Medea fugge sul Carro del Sole dopo aver ucciso i figli

mercoledì 1 dicembre 2010

Psicomagia

 Alejandro Jodorowsky

L'atto psicomagico è un'azione terapeutica.

"Nella psicoanalisi tradizionale non si fa altro che tentare di decifrare e interpretare con il linguaggio corrente i messaggi inviati dall'inconscio. Io agisco al contrario: invio messaggi all'inconscio utilizzando il linguaggio simbolico che gli è proprio. Nella psicomagia spetta all'inconscio decifrare l'informazione trasmessa dal cosciente.

In psicomagia bisogna imparare a parlare il linguaggio dell'inconscio per poi, coscientemente inviargli dei messaggi [...] E se ti rivolgi all'inconscio con il suo linguaggio ti risponderà subito.

Parlare in una forma così diretta all'inconscio significa esercitare su di esso una notevole pressione: si tratta di farlo ubbidire. I problemi che abbiamo sono quelli che desideriamo avere. Siamo legati alle nostre difficoltà.
Per risolvere un problema non basta identificarlo. Non serve a niente essere consapevoli se poi non si passa all'azione.

Ogni atto si prescrive "su misura", dopo un attento ascolto.

L'atto [psicomagico] ha una sua logica. Non si può prevedere la forma in cui si svilupperà, né quali saranno i suoi effetti. Ma se viene prescritto sulla base di una conoscenza approfondita del terreno, i suoi effetti, in qualunque direzione vadano, saranno positivi.

La psicomagia non pretende di essere una scienza, ma una forma d'arte applicata che possiede virtù terapeutiche.
Alejandro Jodorowsky, Psicomagia


"La Psicomagia è un contratto simbolico tra lo psicomago e il consultante. Perché funzioni, va applicata sempre in maniera precisa, senza saltare neppure un passo. Seppellire un oggetto, gettarlo in mare, nel fiume o bruciarlo è nella maggior parte dei casi di vitale importanza per chiudere con una metafora di riassorbimento o purificazione del dolore il ciclo mentale di cui eravamo intrappolati.
Quando si seppellisce qualcosa, la mente sa che l'oggetto, come simbolo, viene assorbito dalla terra e trasformato, e si congeda in questo modo dalla situazione: la terra corrisponde al ventre materno e alla tomba, che dà la vita e la assorbe. Si pianta qualcosa sulla sepoltura per mostrare una strada alla mente; ciò che duole si trasforma per alchimia in vita, profumando di sé il mondo, nella certezza che tutto ha un senso."
 Cristobal Jodorowsky, Il collare della tigre